Bilancio


Sostenibilità finanziaria.

La creazione della città metropolitana secondo la c.d. “Legge Delrio” (legge 56/2014) aggrava la già delicata situazione di bilancio della città di Milano. Nel triennio 2015-2017 è previsto un buco di bilancio di 500 milioni di euro per le casse comunali.

Il piano di rientro di Giuliano Pisapia prevede politiche di dismissioni di patrimonio e tagli ai servizi di Welfare.

A rischio ci sono servizi essenziali come gli aiuti per le Famiglie, le persone disabili, per le scuole, per le strade.

Ecco la nostra proposta:

•Milano ha bisogno di capire e padroneggiare i nodi dell’innovazione istituzionale: che cosa deve essere il livello intermedio di programmazione del territorio tra comuni ed enti superiori (Regioni o Stato), come deve evolversi l’organizzazione dello Stato, scegliendo se puntare ancora sulle Regioni con obiettivi federalistici o autonomistici, oppure tornando al centralismo romano ante anni Settanta.
•Trasporti, collegamenti, uso razionale delle risorse finanziarie, gestione del territorio sono tutti i processi che condizioneranno il futuro di Milano ed hanno un lato che impatta con i diversi sistemi istituzionali possibili. Questi elementi possono valorizzare la funzione di traino nazionale della capitale della Lombardia.